Sovana

Piccolo borgo dell’entroterra maremmano, nel territorio dell’Area del Tufo, Sovana è una vera chicca per gli appassionati di arte, storia e archeologia.

Incastonata tra Pitigliano e Sorano e custode del Parco Archeologico dell’Area del Tufo, è una tappa obbligatoria se si vuole davvero conoscere la storia degli Etruschi e dei Romani sul territorio maremmano.

Sovana è inoltre uno dei Borghi più Belli d’Italia, la bellezza del suo centro abitato, raccolto e intimo, è davvero unica!

La storia di Sovana inizia molto presto, nacque infatti con il nome di Suana in epoca etrusca e divenne ben presto in importante centro romano, elevato a municipio. Nel V secolo Sovana era giù indicata come sede vescovile. A partire dal Medioevo si iniziò a definire l’abitato urbano per come lo conosciamo oggi, sotto il governo degli Aldobrandeschi venne costruita la rocca, risalente all’XI secolo, è in questo periodo inoltre che nasce a Sovana uno dei personaggi storici più famosi, Ildebrando di Suana, noto alla cronaca come Papa Gregorio VII. Gli Orsini conquistarono Sovana nel 1200, in seguito la città fu governata da Siena ed infine dai Medici, che la portarono sotto il Granducato di Toscana.

Cosa vedere a Sovana :

  • CATTEDRALE DI SAN PIETRO, splendido edificio sacro risalente al X secolo, la cattedrale venne commissionata da Papa Gregorio VII e poggia le sue fondamenta su un preesistente edificio datato VI secolo. L’interno della chiesa ospita alcune interessanti opere pittoriche, una Madonna in Gloria con San Benedetto e San Giovanni, risalente al 1500, una Crocifissione di San Pietro, del 1671 e Santa Maria Egiziaca, del 1481
  • CHIESA DI SANTA MARIA MAGGIORE, nella caratteristica Piazza del Pretorio, l’edificio risale al XII secolo, al suo interno è conservato un bellissimo ciborio in pietra,  raro esempio di arte preromanica toscana, particolarmente interessanti, gli affreschi raffiguranti la Crocifissione tra i Santi Antonio e Lorenzo e San Sebastiano e San Rocco, del 1527 e la Madonna col Bambino in Trono tra le Sante Barbara e Lucia, San Sebastiano e San Mamiliano, del 1508
  • PALAZZO PRETORIO, affiancato alla Loggia del Capitano, si trovano in Piazza del Pretorio. Il palazzo venne costruito nel XII secolo e svolse la funzione di abitazione del giudice, e poi di archivio cittadino
  • PALAZZO VESCOVILE, addossato al duomo, risale al VII secolo
  • CINTA MURARIA, edificata in diverse epoche storiche, risale originariamente al periodo etrusco e vennero erette nel VII secolo a.C., furono poi rimaneggiate tra l’XI e il XII secolo e in epoca rinascimentale
  • ROCCA ALDOBRANDESCA, la fortificazione venne edificata sui ruderi di un preesistente edificio di epoca etrusca, risale all’XI secolo e svolse la funzione di residenza della famiglia Aldobrandeschi
  • PARCO ARCHEOLOGICO, appena fuori l’abitato, lungo la strada che da Sovana porta a San Martino sul Fiora, l’area archeologica di Sovana custodisce preziose testimonianze etrusche, le vie cave e le necropoli, con le importanti tombe della Sirena, del Tifone e Ildebranda