Comune di Manciano

Manciano è un comune della provincia di Grosseto, nel sud della Toscana, al confine con la regione Lazio.

Collocato nell’entroterra toscano, ma a soli 30 minuti di auto dal mare dell’Argentario, Manciano sorge nel territorio delle colline dei fiumi Fiora ed Albegna e confina coni comuni toscani di Semproniano, Sorano, Pitigliano, Capalbio, Orbetello, Scansano e Magliano in Toscana, e con i comuni laziali di Montalto di Castro, Canino e Ischia di Castro.

Il simbolo del Comune di Manciano è uno scudo sannitico rosso, con raffigurato un leone dorato.

La storia di Manciano inizia in epoca medievale, quando era governato dalla famiglia Aldobrandeschi, è infatti nel Medioevo che viene edificato il Cassero, noto anche come Rocca Aldobrandesca. Manciano viene citato in un documento ufficiale per la prima volta nel 1188, il comune venne ceduto agli Orsini di Sovana nel 1272 e conquistato, nel 1300, dagli Orvietani, per passare poi alla famiglia Baschi di Montemerano e poi tornare alla famiglia Orsini di Pitigliano. Nel 1416 il Comune di Manciano venne conquistato da Siena, che rimasero al potere fino al 1455, quando tornò al potere la famiglia Orsini. A partire dal 1557, Manciano divenne stabilmente parte del Granducato di Toscana.

Il comune di Manciano è uno dei più vasti della provincia e conta ben 7 frazioni : Montemerano, Poderi di Montemerano, Saturnia, Poggio Murella, San Martino sul Fiora, Poggio Capanne e Marsiliana.